Sergio Caputo e Francesco Baccini in “The Swing Brothers” al Teatro Palazzo 4 febbraio 2017

Sergio Caputo e Francesco Baccini sono due onde anomale nel mare della musica e della cultura italiana. Anticonformisti, antidivi, disallineati, imprevedibili, e difficili da inquadrare: questi, che potrebbero essere i loro peggiori difetti, sono invece le qualità che li hanno resi unici, inconfondibili e inossidabili. Pur apparendo poco sui media, Caputo e Baccini non hanno mai perso contatto col loro rispettivo pubblico, che anzi cresce e si arricchisce di nuove leve anno dopo anno. Le canzoni di entrambi hanno fatto storia, sono evolute con loro e ciò è particolarmente evidente nei loro concerti. Insomma, due artisti “all’americana”, che hanno continuato a migliorarsi nel tempo e a farsi le ossa sull’unico ring che conta: il palcoscenico.
Con Sergio alla chitarra sui brani di Baccini, Baccini al piano sui quelli di Caputo, e una band strepitosa con lo swing nel sangue ad accompagnarli, i due mattatori della musica italiana si uniscono sotto il nome “The Swing Brothers”.  Un HIT dopo l’altro colpo su colpo, trent’anni di successi in 2 ore di show, questo è uno spettacolo imperdibile.  I due sono ora al lavoro su un album.
Un tour insieme in cui proporranno i loro classici ma anche alcuni dei successi contemporanei.
Saranno accompagnati da fuoriclasse come Paolo Vianello a piano e tastiere, Luca Pirozzi al basso, Massimo Zagonari al sax e flauti, Alessandro Marzi alla batteria.

In esclusiva al Teatro Palazzo per la Puglia.

I biglietti sono in vendita al botteghino del teatro in Corso Sonnino 142D ( Bari) , aperto dal martedi al sabato dalle 17 alle 21 e online qui http://bit.ly/BigliettiBacciniCaputo

Per info e prenotazioni | 0809753364 – 3661916284“

 

Francesca Pisciotta

Femminista nell’anima, mi nutro di buon cibo, tecnologia e serieTV. Non sto mai zitta, per questo ho deciso di fare Radio, solo così le mie parole potranno volare libere nell’etere. Sogno spesso di poter raggiungere un’altra me in un altro universo parallelo dove magari le cose mi vadano un po’ meglio. Purtroppo così non è quindi mi faccio un’altra birra e vado a dormire che s’è fatta na certa!