Decaro “le abbiamo Distrutte”

“Le abbiamo distrutte. ” Titola così il post di sabato mattina del Sindaco di Bari Antonio Decaro che continuando scrive:
“Oggi abbiamo distrutto tutte le fornacelle e i frigoriferi sequestrati agli abusivi nei giorni di San Nicola. Allo stesso modo vogliamo distruggere l’arroganza di chi pensa di essere più forte degli altri e cerca di imporre le proprie regole provando a intimidire anche lo Stato. La battaglia per la legalità deve essere una battaglia di tutta la città. Aiuteremo invece chi vorrà cambiare strada, come le 12 persone che hanno frequentato un corso gratuito e hanno ottenuto la licenza per vendere, perché le nostre tradizioni sono più belle quando si rispettano le regole.”
Il popolo si chiede se non sia una presa di posizione troppo forte a scapito di poveri disoccupati che avevano voglia di guadagnarsi “la giornata ” mentre a Rom e extracomunitari gli si concede l’accattonaggio illegale in italia fino al 1999 ma molto più fastidioso delle tipiche fornacelle sul mare. Non sarebbe il caso, a questo punto, di cominciare a far rispettare la legge  su un più largo spettro? Andando di questo passo le signore dell’arco basso della città vecchia dovranno temere per il mercato delle “strascinate”? Non rischiamo la denaturalinzzazione del nostro territorio?
Dopo molte trasmissioni che vantano il nostro modo di vivere, dopo un festival dello street food barese, possibile che abbiamo davvero bisogno di sequestrare e fotografare la distruzione di attrezzature frutto di acquisti altrui? Non potevano essere regalate a chiese o enti benefici?
Questi sono stati alcuni quesiti posti dai cittadini sulla pagina ufficiale del primo cittadino, fateci sapere la vostra.
13166005_811644012270598_6124375750343522621_n

 

 

Decaro “le abbiamo Distrutte”

0

Pros

Cons

Francesca Pisciotta

Femminista nell’anima, mi nutro di buon cibo, tecnologia e serieTV. Non sto mai zitta, per questo ho deciso di fare Radio, solo così le mie parole potranno volare libere nell’etere. Sogno spesso di poter raggiungere un’altra me in un altro universo parallelo dove magari le cose mi vadano un po’ meglio. Purtroppo così non è quindi mi faccio un’altra birra e vado a dormire che s’è fatta na certa!