Camion sulla folla a Nizza: 84 morti.

Ancora  terrore e strage in Francia, più precisamente a Nizza, durante la festa del 14 luglio. Un camion a 80 km all’ora ha falciato la folla: 84 morti, tra cui molti bambini, e circa 100 feriti (54 bambini). I fatti si sono svolti poco prima delle 22.30 sulla, il lungomare della cittadina transalpina, durante lo spettacolo dei fuochi artificiali. Identificato l’attentatore, che è stato ucciso: Mohamed Lahouaiej Bouhlel, un franco-tunisino di 31 anni. Non vi è stata nessuna rivendicazione ufficiale ma Site, il sito che monitora l’attività sul web di organizzazioni terroristiche, ha fatto sapere che i sostenitori dell’Isis hanno «festeggiato il massacro». Il presidente Hollande ha prorogato per tre mesi lo stato di emergenza nel Paese, che doveva terminare il 26 luglio. Il mondo sgomento. I maggiori esponenti mondiali, da Papa Francesco a Obama sono solidali con la Francia ed esprimono cordoglio per le vittime, condannando l’atto scellerato del’ attentatore.
Il camion sterzava di continuo, per colpire più persone possibile, proprio come fossero dei birilli”. E’ il racconto di un giornalista del quotidiano Nice-matin, che si trovava sul lungomare quando il camion ha iniziato la sua folle corsa contro la folla.
Non si riescono ancora a rintracciare molti italiani, che quindi risultano al momento dispersi”, ha detto il console generale d’Italia a Nizza, Serena Lippi, che però invita “alla calma”. “Nella calca di ieri sera sulla Promenade des Anglais – aggiunge – molti hanno perso il cellulare e c’è chi non è riuscito a rientrare a casa e ha trascorso la notte fuori. Lavoriamo a stretto contatto con la Farnesina e da Parigi è in arrivo l’ambasciatore italiano”.
La Farnesina si è subito messa in contatto con le autorità francesi, ma in questo momento all’ospedale Pasteur, la priorità è quella di salvare il maggior numero di vite. Sta inoltre verificando la presenza di eventuali italiani e nel frattempo invita i connazionali ad evitare gli spostamenti e a seguire le indicazioni delle autorità locali.
L’unità di crisi della Farnesina ha attivato un numero di crisi per gli italiani a Nizza (00390636225), mentre il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha convocato per stamane al Viminale il comitato Analisi Strategica Antiterrorismo. «Nizza e l’Europa – ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni – sono state colpite in modo orribile».
Nizza-Attacco-camion-unità-di-crisi-Farnesina-numero-emergenza-consolato

Francesca Pisciotta

Femminista nell’anima, mi nutro di buon cibo, tecnologia e serieTV. Non sto mai zitta, per questo ho deciso di fare Radio, solo così le mie parole potranno volare libere nell’etere. Sogno spesso di poter raggiungere un’altra me in un altro universo parallelo dove magari le cose mi vadano un po’ meglio. Purtroppo così non è quindi mi faccio un’altra birra e vado a dormire che s’è fatta na certa!