Bari : Ponte asse nord-sud, Carrieri: “Solo uno spreco milionario”

Il ponte dell’asse nord-sud, che collegherà la zona portuale alla tangenziale, è senz’altro un’opera stradale importante e imponente. Finiscono finora qui le note positive di un ponte lungo circa 630 metri”. A tornare sulla costruzione del gigantesco ponte strallato, che sta disturbando i sonni dell’Amministrazione comunale, è Giuseppe Carrieri. Il consigliere comunale di Impegno Civile per Bari, invia una nota in cui esprime tutte le sue perplessità, soprattutto relative ai costi maggiorati rispetto a quelli previsti che peseranno sulle tasche dei contribuenti baresi.n questi giorni, con l’ennesima interrogazione, il consigliere comunale ha chiesto al Sindaco chiarimenti sull’operato e sulle decisioni assunte. “Al momento quindi, salvo ulteriori e certi aumenti – conclude il consigliere – il ponte è costato 42,5 milioni di euro. Sessantasette mila euro al metro. Una cifra stratosferica, che non so quanto renderà felici i contribuenti baresi. Sopratutto se intorno al ponte non si realizzeranno i necessari interventi di collegamento stradale al porto, visto che al momento la viabilità della zona è fortemente limitata. E se non si realizzeranno le opere previste proprio nelle adiacenze (secondo palazzo di giustizia di via della Carboneria). Aver costruito a questi costi un ponte, solo per meglio collegare il cimitero alla tangenziale, sarebbe infatti una gravissima responsabilità degli amministratori comunali che in tutti i modi cercheremo di evitare”.

Francesca Pisciotta

Femminista nell’anima, mi nutro di buon cibo, tecnologia e serieTV. Non sto mai zitta, per questo ho deciso di fare Radio, solo così le mie parole potranno volare libere nell’etere. Sogno spesso di poter raggiungere un’altra me in un altro universo parallelo dove magari le cose mi vadano un po’ meglio. Purtroppo così non è quindi mi faccio un’altra birra e vado a dormire che s’è fatta na certa!