Bari, la bufala delle ambulanze bomba.

Dopo i molteplici rimbalzi sui social del furto di 2 ambulanze che sarebbero servite per attuare attentati terroristici a Bari durante la festa del santo patrono o del successivo G7,  è arrivata la smentita del Questore di Bari che ha tranquillizzato la cittadinanza. Di seguito uno stralcio di ciò che ha detto:

Telefoni e social sono invasi dallo stesso messaggio. C’è da preoccuparsi?

“A tutte quelle informazioni che girano sui social e sulle chat bisogna attribuire valore non oggettivo: non possono fare informazione né sostituirsi ai mezzi di informazione. Ne girano tantissime e tutte senza valore”.

Non ci sono quindi due ambulanze rubate e un allarme terrorismo?
“È vero che sono state rubate due ambulanze, ma non disperiamo di trovarle. Ho buoni motivi per ritenere che ci riusciremo, mentre è già stata ritrovata un’auto medica. Esiste un mercato per i pezzi di ricambio che sono pezzi unici: la motivazione per quel furto è da ricercare in ambito criminale, senza alcuna connessione con presunte organizzazioni terroristiche”.

Ammettiamo che invece servano proprio a quello.
“D’accordo, ammettiamolo per assurdo. Non potrebbero assolutamente avvicinarsi alla zona interessata, quella transennata e con divieto di transito”.

Grazie al Questore di Bari, Carmine Esposito, che ha tranquillizzato la cittadinanza.

Francesca Pisciotta

Femminista nell’anima, mi nutro di buon cibo, tecnologia e serieTV. Non sto mai zitta, per questo ho deciso di fare Radio, solo così le mie parole potranno volare libere nell’etere. Sogno spesso di poter raggiungere un’altra me in un altro universo parallelo dove magari le cose mi vadano un po’ meglio. Purtroppo così non è quindi mi faccio un’altra birra e vado a dormire che s’è fatta na certa!